Dici toast sandwich e subito viene in mente un’elegante sala da tè inglese. Perché nel mondo anglosassone quello dell’afternoon tea è un vero e proprio rito (non solo al pomeriggio) ed è abitudine servirlo insieme a torte, biscotti e sandwich.

La prima a parlare di toast sandwich fu Mrs Beeton, giornalista e scrittrice britannica vissuta nell’800, il cui “Book of Household Management” è ancora oggi uno dei libri di cucina più rinomati. La ricetta originale prevedeva una fetta di pane tostato con burro, sale e pepe fra due fette di pane. Proprio così: tre fette di pane. Una preparazione così modesta che nel 2011 la Royal Society of Chemistry lo ha eletto come cibo britannico più economico di sempre.

Nel corso degli anni il famoso panino si è certamente riscattato e sono nate numerose - e molto più appetitose - versioni di questa specialità: cheese&ham, al pollo, avocado e salmone, verdure di stagione sono solo alcune fra le tante varianti di sandwich che vengono preparate come pranzo o spuntino nelle case e nei locali d’oltremanica (e ormai in tutto il mondo). Non mancano nemmeno le proposte gourmet di chef stellati che si sono ingegnati con preparazioni elaborate e talvolta ingredienti costosi, trasformando un sandwich in un'esperienza di gusto memorabile.

Ma se infine dovessimo spiegare cos’è un toast sandwich? Potremmo rispondere con assoluta certezza ‘due fette di pane con in mezzo qualcosa’ e lasciare che la curiosità venga soddisfatta dal palato.

La nostra versione di toast sandwich è stata creata dalla blogger Sara Barone de I Pi@ttini di Drlli con iFood

Fra due fette di pane in cassetta tostato in padella, e fatto rigorosamente in casa, trova spazio un delizioso roastbeef di manzo gallese con salsa tahina e ravanelli croccanti.

Trovate qui la ricetta. E buon appetito!