L’autunno è tempo di arrosti. Lasciati alle spalle il caldo dell’estate e i piatti freschi e leggeri consumati all’aperto, la stagione più intima dell’anno ci offre ingredienti straordinari, da cucinare in moltissimi modi. Fra tutti, un buon arrosto è sicuramente il piatto più suggestivo: ci ricorda i pranzi della domenica, le feste da trascorrere in famiglia e ci regala quel pizzico di calore domestico che ci aiuta a stare meglio.

La spalla d’agnello è sicuramente un’ottima alternativa al classico arrosto di manzo: è un taglio morbido e gustoso, ideale per le cotture al forno. Il suo sapore è delicato, saporito e per nulla forte: questa caratteristica organolettica è propria della carne ovina gallese, poiché gli animali nascono e crescono all’aperto, liberi di pascolare in un paesaggio verde e pulito, nutrendosi di erba che cresce rigogliosa per via delle piogge miti e abbondanti. Il risultato è una carne dal sapore naturale, molto apprezzata anche da chi non la consuma regolarmente.

Una spalla d’agnello gallese con osso pesa all’incirca 2 kg, ha un buon rapporto qualità prezzo ed è un taglio che ha molta resa. E’ anche semplice da cucinare: una volta in forno, è sufficiente controllarla di tanto in tanto e bagnarla con un poco di brodo o di acqua se necessario. Durante la cottura l’osso conferisce alla carne un gusto speciale e una volta cotta bisogna farla riposare qualche minuto prima di servirla.

E’ possibile anche disossare la spalla d’agnello, ma non è un’operazione semplice, bisogna avere un giusto coltello e prestare molta attenzione. Con il taglio disossato, la carne si può farcire e arrotolare, oppure si può tagliare a bocconcini per cucinare uno spezzatino, uno stufato o degli spiedini.

Ancora una volta, la carne ovina gallese si fa apprezzare non solo per la qualità, ma anche per la versatilità che la contraddistingue.

Consultate la sezione ricette del sito e date un occhio a questo video tutorial che abbiamo realizzato in collaborazione con La Cucina Italiana.